Skip to content

Come creare una buona prima impressione

# SETTIMANA 9

4 TRUCCHETTI PER ROMPERE IL GHIACCIO E STUPIRE GLI ALTRI

Partiamo da un presupposto: non puoi piacere a tutti! Piacere a qualcuno implica l’intrinseca accettazione di non piacere a qualcun altro ed è proprio per questo che è fondamentale saper fare una buona impressione: ti permette di individuare le persone compatibili massimizzando le possibilità di intrattenere relazioni soddisfacenti. Ma esistono delle strategie comportamentali che possano facilitarti in questo compito?

4 trucchetti per lasciare il segno

Di seguito quattro strategie concrete che puoi utilizzare sin da subito per iniziare una conoscenza nel migliore dei modi:

1. Guarda negli occhi, ma non troppo. Il contatto oculare è un potente mezzo di persuasione ma va utilizzato con parsimonia. Come sostiene Alexander Lyon, esperto di
comunicazione non verbale, quando stiamo parlando con una persona appena conosciuta un singolo contatto oculare non dovrebbe durare più del tempo di un pensiero breve e conciso, all’incirca 3 secondi o poco più. Oltre questo arco temporale l’interlocutore potrebbe infastidirsi.

2. Sorridi. E’ il primo vero segnale di apertura verso l’altro. Un bel sorriso non ha rivali: uno studio ha dimostrato quanto sia facile scorgere un individuo sorridente tra la folla anche a 30 metri di distanza, risultato che non è stato replicato verso chi mostrava un’espressione più seriosa.

3. Chiama per nome. Dale Carnegie disse: “Ricordatevi che per una persona il suo nome è il suono più importante e più dolce in qualsivoglia lingua.” Ad eccezione di situazioni molto formali, in cui questo può esser considerato fuori luogo, inserire con moderazione il nome dell’altro all’interno della conversazione ti ben dispone
immediatamente e incrementa la tua capacità comunicativa.
4. “Se vuoi impressionare, ascolta”. Non esagerare con le parole, prediligi l’ascolto. L’errore più comune è quello di far prevalere i propri pensieri prima che l’altro abbia terminato le sue argomentazioniLascia che sia l’altro a parlare più di te, c’è tempo per svelarsi. Del resto, abbiamo due orecchie e una sola bocca per ascoltare il doppio rispetto alle cose che diciamo.

La Pillola Espressa

Ecco uno strumento concreto che puoi utilizzare sin da subito

Ricapitolando, ecco ciò che dovresti fare al tuo prossimo primo incontro con uno sconosciuto: sfodera il tuo migliore sorriso, mantieni l’eye contact per una durata non superiore ai 3-5 secondi, ascolta l’altro fino al termine della sua argomentazione, pronuncia almeno una volta il suo nome nella conversazione ed evita di parlare troppo. Tuttavia, bada bene, questi preziosi accorgimenti non devono in alcun modo azzerare la tua spontaneità. Sarebbe un errore pensare che basti applicare meccanicamente queste indicazioni per suscitare nell’altro una buona impressione. Infatti, l’ingrediente più importante di tutti per avere successo nelle relazioni è la tua personalità e questa va coltivata quotidianamente, proprio come se fosse una piantina da annaffiare, grazie alle nuove esperienze.

La frase “magica” della settimana

Non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione. Oscar Wilde

Una lettura per approfondire

Un grande classico della crescita personale che racchiude riflessioni, strategie e strumenti concreti per affrontare le relazioni con più consapevolezza. La prima versione risale al 1936, epoca in cui si interagiva con gli altri senza la necessità di mandarsi DM su Instagram. Per scoprire il libro clicca qui.

Prenota il primo incontro con Psicologo Espresso

Il 93% dei nostri pazienti migliora il proprio benessere dopo 5 sedute

Federico Pesciatini

Federico Pesciatini

Psicoterapeuta ad approccio strategico dell'equipe di Psicologo Espresso.

Articolo revisionato dal dott. Federico Cuculachi – Fondatore di Psicologo Espresso

Scrivi nei commenti le tue riflessioni!

2 Comments

  1. bellissimi consigli grazie!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *